Giornata Internazionale delle persone scomparse

verita giulio DESAPARECIDOS FB

Oggi, 30 agosto, è la Giornata Internazionale degli Scomparsi, i desaparecidos, le persone scomparse forzatamente.

È una di quelle Giornate che almeno una volta l’anno ci mettono di fronte a storie che nel 2016 ci appaiono come echi di tempi orrendi che speravamo non dover più rivivere.

E invece ancora oggi governi, regimi, organizzazioni segrete, contro ogni più elementare norma di diritto, si accaniscono su oppositori, attivisti, giornalisti, sottraendoli alle loro vite, ai loro cari, gettandoli in un limbo e giocando crudelmente con la loro sorte.

I numeri che Amnesty ci mostra (“Giornata internazionale degli scomparsi: le sparizioni forzate, un fenomeno ancora globale” Amnesty.it), sono agghiaccianti: le sparizioni forzate sono un fenomeno globale, dall’America Latina, all’Africa, al Medio Oriente all’Asia, decine di migliaia di persone sono sparite nel nulla per mano delle autorità.

Quale tormento peggiore si potrebbe infliggere ad un genitore, ad un figlio ad un fratello del non sapere il destino di chi scompare. Saperne la morte consegna la rassegnazione insieme al dolore, non conoscerne la sorte, ti condanna alla tortura del dubbio, all’angoscia quotidiana di immaginarne torture, detenzione, sofferenza.

La morte di Giulio Regeni ha aperto uno squarcio sull’ipocrita velo che l’Occidente aveva alzato sul regime di Al Sisi, il generale egiziano che con un colpo di stato ha deposto i Fratelli Musulmani facendosi garante della stabilità egiziana a beneficio dell’Occidente. Ma ben presto i suoi metodi si sono mostrati poco diversi da quelli del Presidente Morsi.

Ciò che noi continuiamo a chiedere con forza al presidente del Consiglio Matteo Renzi e al Governo italiano è: possiamo essere alleati di un regime dittatoriale che sistematicamente viola i diritti umani? Possiamo considerare amico un Paese dove la tortura viene usata sistematicamente nelle forme più brutali? Possiamo noi stessi considerarci un Paese civile senza aver approvato una legge contro la tortura?

Attendiamo la verità sulla fine di Giulio Regeni ma attendiamo anche le risposte che il Governo continua a non darci.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...