Regeni: la verità la ricercano gli altri

di Alessandro Sahebi*

L’ambasciatore britannico in Italia Jill Morris ha dichiarato ieri che il Regno Unito aiuterà le autorità italiane e la famiglia Regeni a trovare i colpevoli del brutale assassinio del giovane ricercatore friulano dichiarando che “il popolo britannico prova profonda empatia per la tragica morte del ricercatore italiano”.

jill_morris-670x400

Un ulteriore atto di solidarietà che segue quello dei giorni scorsi al G20 dove la pressione di vari leader internazionali, Angela Merkel tra i più incisivi, ha messo sotto pressione al-Sisi e il suo Governo che dopo pochi giorni successivi al meeting ha annunciato l’arresto di un alto ufficiale.

Il Ministro degli Esteri Gentiloni ha più volte ripetuto che l’Italia non accetterà condanne di comodo anche se, alla prova dei fatti, il Governo sembra voler prediligere una linea morbida e senza shock.

Politicamente al-Sisi ha sempre avuto per l’Italia un occhio di riguardo: è stato il primo Paese in cui si è recato dopo la sua presa di potere del 2013 e Matteo Renzi è stato il primo capo europeo a visitare due volte l’Egitto.
Anche Descalzi, amministratore delegato di Eni, è spesso dal leader in Egitto: il colosso energetico muove nel paese 14 miliardi di dollari. Non è sola Eni, nel mercato opera affiancata da altre 130 multinazionali italiane fra cui Pirelli, Unicredit, Italcementi, Banca Intesa San Paolo e Edison. Presenze ben inserite negli ambienti economici egiziani che certamente non gradirebbero terremoti diplomatici.

insomma, pare proprio che ciò che allontana Giulio dall’aver giustizia sia l’essere stato un cittadino italiano. Cittadino di una nazione che evidentemente è pronta a dimenticarsi di un figlio per non far torto ad un amico.

Giulio Regeni è stato ucciso due volte dalla ragion di Stato.

*Alessandro Sahebi (@ideologorroico)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...